Caldaie

A luglio 2013 è entrata in vigore la normativa più recente sui controlli per le caldaie che sostiene che la periodicità dei controlli e della manutenzione della caldaia non è annuale ma deve essere effettuata conformemente alle prescrizioni e con la periodicità indicate nelle istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione rese disponibili dall’...

A luglio 2013 è entrata in vigore la normativa più recente sui controlli per le caldaie che sostiene che la periodicità dei controlli e della manutenzione della caldaia non è annuale ma deve essere effettuata conformemente alle prescrizioni e con la periodicità indicate nelle istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione rese disponibili dall’impresa installatrice dell’impianto ai sensi della normativa vigente.

Inoltre secondo la legge, con riferimento all’art. 7 del DPR 74/2013:

“Qualora l’impresa installatrice non abbia fornito proprie istruzioni specifiche o queste non siano più disponibili, le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli apparecchi e dei dispositivi facenti parte dell’impianto termico devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente”.

È dunque sempre in vigore l’obbligo di affidare la manutenzione della caldaia a ditte abilitate ma la periodicità dei controlli varia a seconda di quanto stabilito dalle istruzioni tecniche relative alla caldaia stessa.

se le istruzioni della caldaia non sono disponibili, dopo un primo controllo da parte del manutentore sarà lo stesso esperto a segnalare la periodicità necessaria per le manutenzioni successive.

In Italia tutte le operazioni di manutenzione e trasformazione di gas devono essere eseguite da personale abilitato, ai sensi della Legge n. 46 del 5 marzo 1990 ed in conformità alle norme UNI-CIG 7129:2001 e 7131/99 e aggiornamenti. Le operazioni di MANUTENZIONE devono essere eseguite secondo le prescrizioni del costruttore e delle vigenti norme UNI e CEI e devono essere effettuate in conformità alla legislazione vigente. Per mantenere le prestazioni energetiche della caldaia, le aziende consigliano un controllo almeno una volta all'anno.

Solitamente, la revisione della caldaia prevede l’attuazione di ogni intervento di pulizia della caldaia obbligatoria, tutti i vari controlli di sicurezza e manutenzione annuale, la verifica dei fumi biennale e il conseguente aggiornamento del libretto di impianto.

Fatta questa doverosa premessa, una manutenzione accurata, che comporta risparmio e sicurezza, prevede le seguenti operazioni:

1) Rimuovere le eventuali ossidazioni dei bruciatori;

2) Pulire le eventuali incrostazioni degli scambiatori e degli elettrodi;

3) Verificare integrità e stabilità dei rivestimenti in fibra ceramica nella camera di combustione, ed eventuale sostituzione;

4) Controllare accensione, spegnimento e funzionamento dell'apparecchio, della tenuta raccordi e tubazioni di collegamento gas e acqua, del consumo del gas alla potenza massima e minima;

5) Verificare il regolare funzionamento dei dispositivi di sicurezza, di comando, di regolazione dell'apparecchio e del condotto e/o dispositivo di scarico dei fumi

Lo staff tecnico della Effebi group resta a vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento

Altro

Caldaie Non ci sono prodotti in questa categoria.